Home Su Meteo identificazione Le mie Piante I viaggi Il Forum Le schede Gli amici 

 

Spalliere per vasi

Le spalliere per vasi le ho fatte perchè alcune delle mie rampicanti  non erano rustiche , quindi necessitavano di ricovero domestico

Mi serviva quindi qualcosa di maneggevole,che permettesse alla pianta di arrampicarsi secondo le sue esigenze e allo stesso modo facile da trasportare senza rompere o tagliare la pianta

La cosa non doveva neanche essere troppo ingombrante per non trovare problemi di spazio una volta all'interno della casa (o della serra) .La soluzione di una spalliera piatta tipo scala nasce dal fatto di lasciare alla pianta una facciata in piena luce , mentre una costruzione a parallelepipedo o cilindrica  lasciava sicuramente spoglia la parte posteriore , a meno che non ci si preoccupava di girarla frequentemente

Il tutto veniva fissato al vaso sia esso di plastica o di coccio , una cosa da dire in negativo è che una volta all'aperto la spalliera va assicurata ad una struttura solida (parete ,albero ecc.ecc.) questo perchè avrebbe un effetto vela e al minimo soffio di vento cadrebbe

Una nota importante da dover precisare è questa :SE NON SIETE QUALIFICATI NELL'USO DI ATTREZZI E MACCHINARI ELETTRICI O MANUALI, LASCIATE CHE SE NE OCCUPINO PERSONE COMPETENTI, RIVOLGENDOVI AD UN PROFESSIONISTA!

La seguente presentazione ha il solo scopo di fornire solo un'idea , non quello di fornire un progetto la qui riuscita è legata alle abilità individuali


 

Avendo a disposizione un asse in abete ( va benissimo una di recupero!) con uno spessore di circa 20-30 mm , ricaviamo due liste larghe 25mm circa

La lunghezza dipende dal vaso,dalla pianta,e dall'altezza della stanza preposta al ricovero del vaso spalliera

A questo punto si uniscono affiancate le due liste e le fissiamo

con un nastro adesivo, va bene quello cartato

 

 

 

 

 

Dobbiamo segnare con una matita e una squadra la divisione delle traversine andando a fresare o tagliare le due liste facendo degli incavi in cui alloggeranno .Come si vede dalla foto,gli incavi sono stati fatti con una sega circolare,facendola passare varie volte fino ad ottenere la larghezza della traversina

 

 

 

 

 

 

 

 

Prepariamo le traversine utilizzando una perlina di 12mm di spessore ,tagliandole in larghezza come i nostri incavi

le traversine sono state tagliate circa 18 cm in più rispetto al diametro effettivo del vaso

 

 

 

 

 

 

 

 

Fissiamo le traversine con colla di tipo marino e le inchiodiamo Ricordandoci che la misura interna delle liste è quella del diametro esterno del vaso

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo avere fissato la più bassa e la più alta , con l'aiuto di una riga fissiamo tutte le altre traversine, in modo da formare

"scaletta"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla base delle liste, nella parte interna si incolla un pezzettino di lista, circa 10 cm in modo che il bordo del vaso

non si schiacci quando lo andremo a fissare,pratichiamo anche due fori per il fissaggio al vaso

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco come si presenta la spalliera una volta tinta con un prodotto specifico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con l'aiuto di un trapano foriamo il vaso in plastica, in corrispondenza dei fori fatti in precedenza inseriamo due viti con dado e rondella in acciaio inossidabile (A2)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ed ecco il nostro lavoro terminato con già una rampicante fatta passare nelle  traversine,vi ricordo di usare sempre guanti ,occhiali e tanta prudenza! perchè anche la più banale delle cose ha un rischio che il più delle volte viene ignorato

 

             © 2005-2014 Rino D'Amato                                                                                              Ultimo aggiornamento:  02/10/2014