Home Su Meteo identificazione Le mie Piante I viaggi Il Forum Le schede Gli amici 

 

Mini serra tropicale

 

Questa miniserra l'ho ideata per seminare una pianta tropicale , avendo il semenzaio un'altezza non sufficiente ho dovuto pensare a qualcosa di sbrigativo.

Fortunatamente avevo ancora una chioccia automatica (è un dispositivo che serve per covare le uova fecondate ) che non usavo più e così l'ho riconvertita in miniserra, passiamo a vedere come si realizza!

Nel ricordarvi di usare sempre guanti,occhiali e mascherina vi ricordo che:SE NON SIETE QUALIFICATI NELL'USO DI ATTREZZI E MACCHINARI ELETTRICI O MANUALI, LASCIATE CHE SE NE OCCUPINO PERSONE COMPETENTI, RIVOLGENDOVI AD UN PROFESSIONISTA!

La seguente presentazione ha il solo scopo di fornire  un'idea , non quello di fornire un progetto la qui riuscita è legata alle abilità individuali


Materiale occorrente:

Chioccia automatica

Polycarbonato da 3mm

Profili acciaio inox AISI 304 da 20x20x1,5

Profili acciaio inox AISI 304 da 20x10x1,5

Viti Te A2 da 3x12 più rondelle e dadi

 

 

Ho preso la chioccia automatica  che vedete qui a lato,misura circa 320 x 290 mm ma ve ne sono di diverse dimensioni , io ho utilizzato quella che avevo e per il nostro scopo è più che sufficiente

Queste apparecchiature hanno al loro interno una ventolina per il circolo dell'aria , una resistenza per il riscaldamento, un termostato che controlla la temperatura e sul fondo c'è una vaschetta per l'acqua che serve per umidificare l'ambiente

Misuriamo i lati interni e teniamo conto dello spessore del polycarbonato per calcolare i lati più interni della struttura

 

 

 

 

Le lastre di Polycarbonato sono abbastanza costose ma rispetto al Plexiglas si lavora meglio ed ha una notevole trasparenza e non si opacizza con il tempo

Detto questo fatte le nostre misure cerchiamo di comperare un pezzo di non molto superiore alla superficie da noi calcolata, questo per evitare inutili e costosi sprechi

Per il taglio lo si può effettuare anche con il seghetto alternativo o con una macchina con disco di widia ,certamente la seconda ipotesi è da preferire  sia per la qualità del taglio sia per la precisione

 

 

 

 

 

Foriamo i lati della chioccia con una punta da ø3.2-3.5 bastano tre fori !Montiamo le pareti e le teniamo alla giusta altezza in modo che possiamo contrassegnare i fori  sulle lastre .

Forato anche le pareti le fissiamo con le viti e mettiamo anche la rondella per evitare di danneggiare la plastica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho preparato un telaio con il profilo 20x10x1.5 che va a fare da cappello per le pareti con funzione di sostegno per l'apparecchiatura

Ho tolto anche le pellicole protettive in modo da vedere meglio i punti di fissaggio del cappello che sono stati fatti precedentemente,il telaio si trova all'interno delle pareti,questa cosa serve per evitare che il peso dell'apparecchiatura fosse sostenuto solo dalle viti (che in realtà sono più che sufficienti)

 

 

 

 

 

 

Fissato il cappello non ci rimane che mettere gli angoli che consolidano la struttura,usiamo per lo scopo i profili da 20x20x1.5 fissati con due viti per lato

Così strutturata la miniserra è anche molto robusta,logicamente come tutte le cose non esiste un modo assoluto di procedere ma diversi modi per cui ognuno riuscirà a trovare materiali o tecniche molto diverse per realizzare un prodotto con lo stesso fine e qui diciamo che la fantasia individuale di ognuno di noi la fa da padrona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ed ecco l'opera finita, si apre semplicemente alzando l'apparecchiatura, una modifica che sarà poi necessaria è quella di poter intervenire per regolare la temperatura , perchè in questo caso è fissa ed è anche troppo alta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rino D'Amato

 

             © 2005-2014 Rino D'Amato                                                                                              Ultimo aggiornamento:  02/10/2014